La mostra Nick Cave: Forothermore al Guggenheim Museum di New York

Installation view, Nick Cave Forothermore, Solomon R. Guggenheim Museum, November 18, 2022–April 10, 2023. Photo Ariel Ione Williams. © Solomon R. Guggenheim Foundation, New York

Installation view, Nick Cave Forothermore, Solomon R. Guggenheim Museum, November 18, 2022–April 10, 2023. Photo Ariel Ione Williams. © Solomon R. Guggenheim Foundation, New York

Il Guggenheim Museum di New York ospita dal 18 novembre 2022 al 10 aprile 2023 la mostra “Nick Cave: Forothermore” in arrivo dal Museum of Contemporary Art Chicago. Un’esposizione che indaga e celebra tutta la carriera dell’artista nato nel 1959 a Fulton nel Missouri: dalle opere giovanili alle Soundsuits, che l’hanno reso famoso e che uniscono scultura, moda e performance sociale.

Installation view, Nick Cave: Forothermore, Solomon R. Guggenheim Museum, November 18, 2022–April 10, 2023. Photo: Midge Wattles. © Solomon R. Guggenheim Foundation, New York

Installation view, Nick Cave: Forothermore, Solomon R. Guggenheim Museum, November 18, 2022–April 10, 2023. Photo: Midge Wattles. © Solomon R. Guggenheim Foundation, New York

Nick Cave: Forothermore con sculture, installazioni, video e lavori giovanili raramente visti, mette in luce la poliedrica creatività di Cave come artista, performer, stilista, educatore e attivista che ha sempre dedicato la sua arte a tutti coloro che si sentono emarginati dalla società e dalla cultura dominante, in particolare alla comunità della classe operaia e quella queer di colore.

Nelle Tower (Levels 2, 4, e 5), e nella Thannhauser Gallery 4 del Guggenheim, le sezioni tematiche della mostra si sviluppano come un sondaggio: “What It Was”, “What It Is” e “What It Shall Be”, espressione ispirata a un vecchio saluto afroamericano.

Tre capitoli che esaminano il passato, il presente e il futuro dell’arte di Cave: “What It Was”: presenta i primi lavori, le basi creative e sociali dell’artista all’interno della famiglia e le influenze della musica psichedelica di Chicago e del movimento movimento Bauhaus sulle sue opere. “What It Is”: include il lavoro di Cave che affronta l’oppressione, la perdita, il lutto e il ricordo, ma anche la gioia e la festa collettiva. Infine “What It Shall Be”: raccoglie gli ultimi lavori di Cave e include la rivisitazione delle sue famose Soundsuits e i Tondo.

I primi (Soundsuits) sono i suoi lavori più noti: costumi sgargianti che nascondono sesso, razza e classe sociale, e sono composti da materiali di tutti i generi, dalle coperte ai lustrini, dalle parrucche alle chincaglierie più strane. I secondi (Tondo), invece, sono monumentali sculture circolari i cui motivi astratti riproducono scansioni cerebrali di uomini di colore colpiti da traumi causati da episodi di violenza armata.

Nick Cave: Forothermore
dal 18 novembre 2022 al 10 aprile 2023
Solomon R. Guggenheim Museum
Tower Levels 2, 4, e 5, e Thannhauser Gallery 4
1071 Fifth Avenue, New York



Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *